Progetto di Restauro del Teatro Ariosto e della Sala Verdi

Comune di Reggio Emilia   2007  

 

Il progetto della Sala Verdi non può prescindere dal contesto generale dove essa è inserita: il Teatro Ariosto.

Il volume originario  della Sala è considerato la base di partenza del progetto e la sua riqualificazione parte con il ripristino originario della simmetria che colloca la sala sull’asse del teatro.

Nuove pareti curvate si innestano nel volume originario riconfigurando lo spazio interno in modo contemporaneo offrendone la lettura del volume originario. La controsoffittatura è stata pensata con forma a volta ribassata sottolineata da una importante cornice composta da più elementi a richiamare quella preesistente.

Altro elemento fondamentale è il riposizionamento del piano di calpestio alla quota originaria; i collegamenti verticali e meccanizzati, le vie di esodo e sicurezza, i servizi per il pubblico, e i camerini non sono stati modificati.

Lo spazio che si ricava tra la sala e i camerini è fondamentale come spazio tecnico e filtro ai percorsi degli artisti e dei materiali di scena oltre che come via di fuga. La sala diviene foyer nell’intervallo spettacoli del Teatro, o spazio per esposizioni, riunioni, concerti e proiezioni di elevata rappresentanza.